Agosto 19, 2017


Alberto CitterioTastiere e pianoforte

Classe 1985, ha iniziato a studiare pianoforte nel 1992 all'età di 7 anni presso la scuola musicale "Music Center" di Meda e successivamente alla Civica "G.Marziali" di Seveso. Nel 1999 viene ammesso al conservatorio "G.Verdi" frequentando contemporaneamente il liceo musicale interno. Sotto la guida del M° Cristina Carini nel 2006 si diploma in pianoforte. Ha partecipato a diversi incontri musicali tenutisi in conservatorio, fra i quali il festival pianistico 2002-2003 organizzato dalla prestigiosa " Società dei Concerti".

Contemporaneamente alla formazione classica, ha sempre seguito con interesse e suonato molti altri generi musicali, tenendo per il jazz un'attenzione speciale. Proprio in questo ambito, ha perfezionato il suo pianismo sotto la guida del M° Carlo Uboldi.

Nel 2009 è stato premiato “ In recognition of outstanding musicianship ” dalla Berklee School of Music di Boston presso le Umbria jazz clinics tenutesi a Perugia in concomitanza con "Umbria Jazz Festival".

Il 2010 è l’anno della sua prima pubblicazione nell’ambito jazz con il disco “Blue Hammers” registrato con il suo trio ed edito dall’etichetta Music Center.

Nel 2011 partecipa ai seminari internazionali di perfezionamento presso "Siena Jazz" con docenti di pianoforte di fama mondiale: John Taylor (da sempre pianista di Kenny Wheeler), Kenny Werner (fra i suoi storici allievi anche Brad Mehldau), Franco D’andrea (membro fondatore dei Perigeo) e Stefano Battaglia.

Milita in diverse formazioni della provincia di Milano e Como, suonando jazz, lounge, blues&soul, progressive rock.

Nel 2007 fonda insieme a Paolo Colombo la Forza Elettro Motrice (FEM Prog Band), che dopo vari avvicendamenti nella formazione oggi vede Emanuele Borsati (dr,vc), Marco Buzzi (bs), Giacomo Balzarotti (vc,gt), Paolo Colombo (gt,vc) e Alberto Citterio (keys,vc).

Insegna pianoforte privatamente e alle scuole di musica SIM di Seregno e NEROLIDIO di Como impartendo lezioni di piano, armonia classica e jazz, teoria musicale.

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com

Biografie

Emanuele BorsatiBatteria

Emanuele Borsati nasce a Mariano Comense (Co) nel 1980, in una torrida estate brianzola, il 29 luglio. La sua formazione musicale inizia prestissimo, grazie alla passione e dedizione del papà Daniele, già batterista di varie formazioni rock progressive e blues della zona. Da subito manifesta uno straordinario interesse per la batteria, strumento del quale è profondamente e irrimediabilmente innamorato ancor oggi. Ben presto comincia a studiare musica sotto la guida del padre. Verso i 12 anni intraprende un percorso di studio non canonico, studiando come autodidatta lo strumento ma, parallelamente, seguendo un corso di musica del M° Salvatore Paladino, per migliorare il solfeggio musicale e la lettura a prima vista per batteria. Essendo orientato principalmente verso le progressive bands degli anni '70 (Yes, Genesis, Gentle Giant, Le Orme, Banco, Pfm ecc.) trova parecchie difficoltà nell'incontrare coetanei altrettanto interessati e validi per suonare questo tipo di musica, per cui, attorno ai 13/14 anni, impara a suonare, sempre da autodidatta, la chitarra acustica, il basso elettrico ed il pianoforte. Questi studi gli permetteranno successivamente di allargare la sua "cultura" ed il suo "gusto" musicali. Si dedica, così, alla musica pop italiana insieme ad amici e compagni "delle medie" in veste a volte di chitarrista di accompagnamento, a volte di bassista-cantante (divertentissime le cover dei Pooh in cui faceva Riccardo Fogli!!) e, molto spesso, di tastierista (Kaotik Band, Barlafus). Col passare del tempo un'occasione d'oro gli si presenta davanti: diventare il batterista dei Lethe, prog band milanese che verso la fine dei '90 stava completando l'incisione del concept album "Il Cavaliere Inesistente" che, purtroppo per varie vicissitudini, non vedrà mai la luce. In quella formazione cantava un suo coetaneo molto in gamba: Giacomo Balzarotti. L'amicizia che lega i due porterà, dieci anni dopo, all'ingresso di Giacomo nella FEM. Dopo un breve periodo di "ferma", durante il quale continua lo studio del pianoforte e della batteria, incontra Alberto Citterio, talentuoso pianista e tastierista medese, che gli propone di entrare a far parte dell'organico della FEM (Forza Elettro Motrice). Emanuele accetta all'istante. Con questi ragazzi nasce subito una grande e reciproca amicizia; non solo grande affiatamento nel riproporre le ben note cover del meglio del prog italiano, ma anche il desiderio di scrivere brani più personali e coronare così il suo sogno: scrivere e suonare musica inedita.
Parallelamente al progetto FEM suona la batteria nelle seguenti formazioni: Dagorlad, prog band dell'ex bassista dei Lethe, Fabio Massimo Sanzo; la tribute band di Emerson, Lake & Palmer con Alberto Citterio alle tastiere, che ha riscontrato giudizi positivi da parte degli estimatori del genere; i Loreley, con i quali ha partecipato a diversi concorsi ed inciso il cd: "Loreley 4"; la Tigerband Cartoon, che propone le più famose sigle dei cartoni animati. Oltre alle situazioni rock, è il batterista dell' Orchestra di liscio Stefano Siena.
Dal settembre 2009 è endorser delle batterie APDrum di Varese.

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com

Biografie


Marco BuzziBasso

Marco Buzzi nasce il 10 gennaio del 1985 a Garbagnate Milanese. I primi ascolti di musica rock risalgono ai primi anni delle scuole elementari. Merito di ciò è del fratello maggiore che trasmette al giovanissimo Marco la passione per band leggendarie come Queen, Rolling Stone e Led Zeppelin ma anche per band "emergenti" come Pearl Jam, Sound Garden, Stone Temple Pilots ecc...
Il primo traumatico approccio con l'esecuzione musicale avviene alle scuole medie. In questi anni, a causa di un'insegnante spregevole, l'interesse per la pratica musicale viene totalmente affossato fino a quando, all'età di 17 anni, il fratello gli regala un basso elettrico Ibanez Sound Gear. 
Da qui, un paio d'anni di studi sullo strumento presso il Music Center di Meda (con il maestro Daniele Sala) e molto "autodidattismo", formano Marco come bassista.
La prima band risale al 2004 quando entra a far parte dei Metallicunt (Tribute Band ai Metallica). Con questo progetto si esibisce in diversi locali della Lombardia riscuotendo in sede live un discreto successo. Nel 2007 lascia la band motivi di divergenze musicali ed entra a far parte della FEM.
Durante questi anni è stato membro di altre band tra le quali i Grim Fandango, i Primecut, gli Hermano & The Marines e la Video Pub Band.
Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com

Biografie


Marcello BaldratiVoce

Nato il 25 Aprile ad Ascoli Piceno, Massimo Sabbatini gode da sempre di un'immersione continua nella musica, grazie ad una famiglia particolarmente dentro la scena musicale. I rudimenti di canto gli vengono infatti dati dalla sorella soprano, con cui impara fin da piccolo a cantare sulle basi karaoke della tastiera del papà.
Più avanti negli anni Massimo proverà a suonare violoncello e tromba a riprese diverse, ma senza appassionarsi a nessuno di questi, ma pur coltivando il canto per il proprio gusto personale, immergendosi continuamente in Led zeppelin, Aerosmith, Beatles, Queen, molti cantautori italiani come Sergio Caputo o Lucio Dalla e, nondimeno, Area, Yes, Elio e ele storie tese, etc...
 
Solo arrivato a Milano però, nel 2006, l'incontro con Paolo Trigilio e gli Half bullets lo proietta sulla scena rock milanese e lo tempra da un punto di vista di live performance. Scioltisi gli Half bullets, Massimo partecipa alla fondazione degli irriverenti Musical Prostitute, gruppo con cui farà la vera esperienza arrivando alla pubblicazione dell'EP Un calcio in faccia all'arte, che riscuote un successo maggiore delle aspettative. 
 
L'ingresso nella FEM avviene dopo una severissima selezione alla fine del 2013, giusto in tempo per partecipare alla registrazione di Sulla bolla di Sapone, progetto che lo mette a dura prova, ma che lo stimola infinitamente.
Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com

Biografie


Paolo ColomboChitarre

Paolo Colombo nasce a Monza il 22 ottobre 1978. Muove i primissimi passi nel  mondo della musica durante la scuola elementare, dove ha la fortuna di avere come insegnante l'allora sconosciuto Marco Detto, noto pianista jazz di fama internazionale.
Gli studi musicali vengono però presto interrotti per dar spazio ad altri interessi, fino al giorno in cui, alcuni anni dopo, ascoltando per caso un assolo di Ritchie Blackmore, decide di voler imparare a suonare la chitarra.
Presso le note scuole Music Center di Meda e SIM di Seregno, affina lo studio dello strumento grazie alla guida del grande chitarrista Giorgio Torti.
Presto Paolo comincia a suonare ovunque ci sia una sei corde nei paraggi: dai campeggi ai concertini, dalle feste a scuola ai saggi di musica.
Il 1992 é l'anno della prima band. Il cugino di Alberto Citterio lo invita a prender parte ad un complesso in formazione che presto prenderà il nome di QK.
La line up subirà diversi cambiamenti, fino all'ingresso di Alberto Citterio come tastierista nel 2001.
Da questo connubio, con l'aggiunta del bassista Marco Buzzi, scatuirà nel 2007 la Forza Elettro Motrice (FEM Prog Band).

Nel corso degli anni ci sono state numerose altre collaborazioni, tra cui ricordiamo i Broken Wall, la Midnight Soul Band e gli spettacoli legati alle presentazioni dei libri dello scrittore Antonio Oleari.
Paolo, nel corso degli anni, ha acquisito anche buona dimestichezza con il basso elettrico, suonando in una band tributo agli AC/DC, e con la batteria, fondando assieme a Marco Buzzi e ad altri amici i Grim Fandango.

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com

Biografie

Seguici su

FacebookYoutubeTwitterGoogleMyspace
Share